Alessandro Onorato

    Sky Tg24 - Meloni non si Ŕ mai preoccupata di vincere

    Il mio intervento alla tribuna politica per le amministrative 2016

    Il mio intervento alla tribuna politica per le comunali 2016

    Roma per colpa dei disastri del Pd Ŕ tecnicamente fallita

    Omnibus - Siamo l'unico movimento con un piano industriale di 101 proposte per Roma

    Omnibus- Unioni gay, chi non ha rispettato la legge sono stati Pd e Marino

    L'Aria che tira - Abbiamo 101 proposte per rendere efficiente Roma

    L'Aria che tira - Soddisfatti che un movimento civico faccia da apripista a partiti

    AgorÓ - Liberi dai partiti Ŕ dialogare e confrontarsi per risolvere problemi dei romani

    Sky Tg24 - Questo Ŕ il nostro piano industriale

    Rivendico il diritto di conoscenza di Roma

    Sky Tg24 - Marchini sarÓ la punta di gruppi di persone che amano Roma

    Al ballotaggio ci va Marchini

    Alessandro Onorato ospite di Teleroma56

    I nostri tre anni per Roma

    "Alessandro Onorato" intervento campagna "Sindaco di Roma 2016"

    Alessandro Onorato a Dalla Vostra Parte

    Alessandro Onorato a L'ARIA CHE TIRA

    Alessandro Onorato a DENTRO I FATTI su TgCom24

    Alessandro Onorato a L'ARENA su RaiUno

  • Newsletter

CHI SONO

Alessandro Onorato, classe 1980, a soli 19 anni si aggiudica i diritti in esclusiva per la gestione degli spazi pubblicitari all’interno della multisala Cineland di Ostia e, in seguito, delle principali sale cinematografiche romane. Il suo esordio ufficiale nella vita pubblica cittadina avviene nel 2000, quando sfonda nel campo dell’editoria con il mensile “Ostia Città”, completato dall’esilarante allegato “Ostia Rido”: un vernacoliere del Lido dove vizi e virtù dei personaggi pubblici della cittadina che affaccia sul mare di Roma vengono messi alla gogna mediatica.

La sua grande passione è la politica. Nel giugno del 2006 si candida con una lista civica al Consiglio del Municipio Roma XIII, risultando il primo degli eletti con oltre 800 preferenze.
Questo successo lo proietta al ruolo di vicepresidente del Municipio con deleghe allo sport, alla sicurezza, al turismo e alla cultura. Nei 18 mesi di durata del mandato, si distingue per le capacità manageriali e il contributo di idee innovative che riesce a realizzare. 

E’ proprio Alessandro Onorato a proporre un calendario annuale degli eventi culturali e sportivi del XIII Municipio, “Vivi13”, lavoro che consente di portare in Municipio produzioni di livello nazionale e internazionale come Gigi Proietti, Ballando sotto le Stelle di Gianni Ippoliti e il Cirque du Soleil, ma soprattutto riesce a dare sostegno alle oltre 180 associazioni culturali del territorio.
Grazie ad Onorato Ostia entra nel calendario degli appuntamenti della “Notte Bianca” romana, e dal 2007 porta le “Biblioteche di Roma” direttamente sul mare, allargando il circuito senza alcun costo per l’amministrazione capitolina.

Sul piano amministrativo risolve la questione delle concessioni delle palestre scolastiche alle associazioni sportive per le attività pomeridiane. Sul fronte sicurezza riesce a far finanziare la sistemazione di piazza della Stazione Centrale delle vie limitrofe ad Ostia e di piazza Capelvenere ad Acilia e sana, dopo tanti anni, la situazione d’illegalità delle tre spiagge libere comunali di Ostia Ponente.
Altro risultato è la soluzione dell’ annosa vicenda dell’inquinamento elettromagnetico derivante dalla torre Acea nel parco di via Oletta. Onorato è promotore dell’accordo tra Comune e società di telefonia che prevede la drastica riduzione degli impianti e il costante monitoraggio delle emissioni. 
Nel  2008, con oltre 3.600 preferenze, viene eletto al Consiglio comunale risultando il più giovane degli eletti. Al Comune di Roma porta avanti numerose e intense battaglie politiche come Capogruppo in campidoglio del partito centrista rimanendo ben saldo all'opposizione della giunta guidata da Gianni Alemanno. 

L’attività consiliare si caratterizza per un’opposizione dura ma, allo stesso tempo, costruttiva. Su quattro consigli straordinari chiesti e ottenuti dalle opposizioni, due sono proposti dallo stesso Onorato su argomenti di strategica importanza come i mondiali di nuoto di Roma 2009 e il commissariamento della Soprintendenza archeologica. Ha al suo attivo oltre 50 mozioni, 186 interrogazioni, ben oltre 60mila emendamenti e 30mila ordini del giorno.
Nell’ottobre del 2009 è eletto consigliere del direttivo nazionale dell’Anci, l’associazione dei comuni italiani

Tra le sue proposte di delibera di iniziativa consiliare, ha fatto molto ---- quella per l'abolizione delle auto blu del Comune di Roma, presentata nel settembre del 2011, che com un risparmio di oltre 10 milioni di euro, prevedeva anche la ricollocazione degli autisti nei municipi per il trasporto disabili e degli scuolabus. Tra le battaglie portate avanti in Aula Giulio Cesare ci sono l’intitolazione di una via alla giovanissima attivista iraniana maritre Neda Aqa Saltan, la revisione della delibera a sostegno delle botteghe storiche romane e la proposta di concedere ai residenti l’accesso gratuito a musei e siti archeologici.

Tra le proposte di delibera di iniziativa consiliare presentate da Alessandro Onorato due sono state approvate all'unanimità dall'Assemblea capitolina. Alla prima, approvata il 7 ottobre del 2010, si deve l'introduzione a Roma del Quoziente familiare: un risultato storico che ha diversificato il costo e l’accesso ai servizi comunali in base al numero dei figli a carico, alla presenza di anziani, disabili o disoccupati a carico è una vera e propria rivoluzione e un atto di civiltà. Il Quoziente familiare viene applicato per la prima volta alla tariffa sui rifiuti (Tia) nel bilancio 2011, facendo risparmiare alle famiglie romane ben 3 milioni di euro. Dal 2012 90mila sono famiglie romane esentate dal pagamento della tariffa. 

Il 20 settembre del 2012 fa approvare in Aula Giulio Cesare l'introduzione dell’Anagrafe pubblica del patrimonio immobiliare di Roma Capitale.

Nell'aprile 2013 sceglie di candidarsi alle elezioni comunali nella lista civica a sostegno di Alfio Marchini sindaco. Pur correndo senza il sostegno di alcun partito politico, la Lista Marchini ottiene quasi il 10% dei voti. Alessandro Onorato, il primo degli eletti con 4100 voti, viene nominato capogruppo capitolino della Lista. 
Attivo oppositore della giunta Marino, porta avanti numerose proteste: a seguito della mancata votazione della mozione, in Consiglio Comunale, con la quale si chiedeva a revoca dell’appalto alla Consip e quindi la gestione dei servizi in mano al CNS, Onorato dormirà 8 notti in Aula Giulio Cesare insieme a una delegazione di lavoratori. 

Tra gli scandali denunciati e portati agli onori della stampa ricordiamo Mafia Capitale e Affittopoli.